1. SCOPI DELLA BIBLIOTECA

  • La Biblioteca ha lo scopo di contribuire alla crescita della persona, all'attuazione del diritto allo studio e all'educazione permanente, pertanto è una realtà rivolta a suscitare negli studenti l'interesse per la lettura, l'acquisizione della capacità di orientarsi nella documentazione e nell'uso di strumenti bibliografici e multimediali, ai fini dello studio e della ricerca.

  • La biblioteca è un laboratorio scolastico per l'attività formativa personale e collettiva, necessario a sostenere la didattica ordinaria ed i progetti specifici avviati dalla scuola ed è a disposizione, in primo luogo, degli studenti, dei docenti e del personale non docente.

2. FUNZIONI DELLA BIBLIOTECA 

  • Raccogliere e conservare il patrimonio di testi scritti (volumi singoli, collane, enciclopedie, dizionari, ecc.), documenti audio-video e su CD-rom (o altro supporto elettronico) di interesse culturale-didattico, acquisito e incrementato annualmente dalla scuola;

  • raccogliere altre forme di documentazione riguardante l'attività scolastica (progetti didattici, produzione degli studenti, ricerche…);

  • mettere a disposizione degli studenti, dei docenti e degli altri operatori della scuola i materiali conservati, sia nella forma del prestito, sia nella forma della consultazione personale, sia per attività didattica svolta nella biblioteca stessa da classi o gruppi o in modo individualizzato;

  • offrire occasioni di conoscenza di altre raccolte/forme di documentazione, riferite alla rete informatiche o ad altre biblioteche collegate.

3. RESPONSABILE E GESTIONE

  • Il collegio docenti provvede annualmente a designare un responsabile bibliotecario;

  • il bibliotecario a inizio d'anno imposta un piano di lavoro, concordato con il Preside; che prevede l'indicazione delle attività previste, i collaboratori, l'orario di apertura, le risorse materiali e finanziarie necessarie;
  • il bibliotecario ed i suoi collaboratori provvedono a garantire i servizi propri della biblioteca, in particolare si occupano dell’idonea conservazione dei documenti, della catalogazione dei testi e altri materiali, della loro messa a disposizione, del supporto alla loro utilizzazione, della promozione dell'uso della biblioteca da parte degli studenti.

 

4. ORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA

 

  • La biblioteca dispone di tre locali organizzati e attrezzati in modo da permettere il prestito e la consultazione dei volumi, l’attività didattica per gruppi, il collegamento in rete, la consultazione del catalogo (cartaceo e informatico) e dispone di una sezione didattica audiovisiva e multimediale.

 

5. PRESTITO

 

  • Il prestito è rivolto a studenti, docenti e non docenti della scuola.

  • Si accede al prestito nei tempi previsti dall'orario definito a inizio anno e affisso sulla porta della biblioteca.

  • Si accede al prestito tramite la richiesta al bibliotecario o a un suo collaboratore designato.

  • Il prestito va segnato sull'apposito registro cartaceo con l'indicazione chiara del nome dello studente, la classe di appartenenza, la data, il nome dell’insegnante che ha autorizzato il prestito.

  • Di norma la durata del prestito è di n. 30 giorni, rinnovabile.

  • E’ previsto il prestito estivo per gli studenti iscritti alla classe successiva.

 

6. CONSULTAZIONE

 

  • I materiali in consultazione non possono essere dati in prestito e devono essere utilizzati nel locale della biblioteca (o dei laboratori dove sono depositati), secondo l'orario di apertura o comunque sotto la responsabilità del bibliotecario o di suo collaboratore; 

  • nel caso in cui la consultazione debba avvenire fuori del locale della biblioteca, un insegnante deve farsi carico dell'uso ordinato e della restituzione del volume (o materiale) comunque entro la giornata di utilizzo;

  • nel caso il materiale venga danneggiato, ne rispondono le persone che l'hanno utilizzato.

  • In caso di mancata restituzione lo studente o altra persona che ha avuto in prestito il volume è tenuto a rifondere il danno, attraverso la fornitura alla biblioteca di una copia nuova del volume non restituito o di volume di valore equivalente (previo accordo col bibliotecario).

 

7. ATTIVITA' IN BIBLIOTECA

 

  • La biblioteca è luogo aperto all'attività didattica per classe o gruppo di studenti. In tal senso è necessario prenotarne l'uso in base all'orario definito ogni anno ed esposto sulla porta. Nel caso in cui l'attività didattica preveda l'uso di numerosi materiali e volumi per consultazione e ricerca, occorre concordare con il bibliotecario le modalità di assistenza nella ricerca documentaria e nella distribuzione dei materiali. Se l'attività è promossa da un docente della scuola, l'attività potrà essere svolta in forma autonoma e il docente sarà garante dell'uso dei materiali.

  • Se l'attività di ricerca è svolta liberamente dagli studenti, l'accesso è regolato dal bibliotecario o da uno dei suoi collaboratori, che se ne sarà garante.

  • La biblioteca, in quanto struttura a servizio dell'aggiornamento docenti e del personale, può ospitare incontri di studio e dibattito aperti a insegnanti delle scuole dell'istituto o a collaboratori esterni.

  • Previa autorizzazione del dirigente e del responsabile, compatibilmente con l'attività interna dell'Istituto, con la capienza dei locali e il rispetto delle norme di sicurezza, sarà possibile utilizzare la biblioteca per mostre e incontri culturali aperti a un ristretto pubblico.

 

8. DIRITTI DEGLI UTENTI

 

Gli utenti hanno diritto a:

  • usufruire dei servizi offerti;

  • essere informati ed orientati sulle risorse possedute;

  • presentare proposte per l’acquisto di materiale non posseduto;

  • presentare reclami ed istanze, prospettare osservazioni, formulare suggerimenti per il miglioramento del servizio.

 

9. NORME DI COMPORTAMENTO

 

Gli utenti hanno il diritto di usufruire dei servizi offerti dalla Biblioteca a condizione di attenersi alle seguenti disposizioni:

  • si rende personalmente responsabile chiunque asporti indebitamente libri o riviste o altri documenti o strappi pagine o tavole o in qualunque modo danneggi il materiale documentario della Biblioteca;

  • sul materiale cartaceo (libri, riviste, giornali…) è vietato fare segni e scrivere alcunché. All’atto del prelievo di un volume o della sua riconsegna, il lettore deve assicurarsi che l’incaricato prenda nota delle eventuali irregolarità o danni riscontrabili;

  • nella sala della Biblioteca è assolutamente vietato mangiare, bere, sedere per terra o sui tavoli, parlare a voce alta, disturbare in qualsiasi modo gli altri utenti.

  • gli arredi utilizzati dovranno essere mantenuti in ordine, pertanto le sedie dovranno essere riallineate lungo i tavoli e/o le postazioni dei computer.

In sintesi è vietato tenere un comportamento irrispettoso nei confronti di cose e persone.

Orari di apertura pomeridiana:

Martedì:       14:15-16:45

Mercoledì:   14:15-16:45

Giovedì:        13:30-16:00