La biblioteca è un luogo dove si può leggere, far ricerca, produrre contenuti di ogni genere, ma è anche uno spazio dove ci si può intrattenere per discutere su temi diversi o eseguire i compiti.

 

E’ possibile poi lasciare, in bacheca, messaggi di vario genere compresi quelli di “vendo, compro, scambio, regalo”.

 

La biblioteca potrebbe veramente diventare un punto di incontro vivo e vivace per la diffusione di idee e produzione di materiali, durante le ore curricolari e non.

 


Su di noi

Il catalogo della nostra biblioteca contiene circa 16.000 volumi ed è in costante aumento, grazie anche al progetto #ioLEGGOPERCHE'.

La Sezione Antiquaria è costituita da testi dalla fine del Settecento al Novecento, mentre quella Moderna copre tutte le aree disciplinari insegnate nella nostra scuola.

In biblioteca è possibile consultare "INTERNAZIONALE", rivista italiana di informazione che pubblica i migliori articoli dei giornali di tutto il mondo. L'abbonamento annuale è stato donato da SAVE THE CHILDREN.

Il patrimonio della biblioteca scolastica è raccolto in tre ambienti collocati nel seminterrato in prossimità del bar.

 

CONSULTA IL CATALOGO ON LINE

 http://liceicolombini.myqloud.it/#/

 

Nel caso non trovassi il libro che ti interessa, passa in biblioteca!

Non tutti i libri sono stati schedati.

 



Il libro del mese

in biblioteca


Kitchen è il primo romanzo scritto dall'autrice giapponese Banana Yoshimoto.

Il romanzo è diviso in due parti, Kitchen e Plenilunio (Kitchen 2). Il titolo del romanzo deriva dall'ossessione della protagonista per la cucina. Il romanzo tratta della perdita della famiglia, e della possibilità di ricostruirsene una, scegliendola.

Il romanzo ha riscosso un grande successo grazie soprattutto allo stile giovanile e fresco della Yoshimoto, ispirato ai manga (più precisamente allo shōjo manga).

La protagonista, una ragazza, perde l'unica persona che ha al mondo, la nonna; allora si rifugia nel cuore della casa, la cucina, dove vegeta senza nutrirsi. Quando un suo compagno di scuola e sua madre la invitano a stare nella loro bella casa, dimostra ancora la sua passione per la cucina che rappresenta per lei il luogo dove si prepara il cibo, risorsa basilare della vita, e ci si riunisce per consumarlo. Questa stanza bella e funzionale rispecchia la serenità delle persone che la abitano. Così riprende a mangiare e a vivere.

Banana tocca diversi temi: la solitudine, il cibo come risorsa e arte, la transessualità e la morte, quello che è a lei più caro. L'autrice condisce la storia con quello stile lucido e triste e quella sensibilità che rendono ogni suo libro unico.